Facebook conferma il bombardamento di immagini esplicite

di
Gli utenti di Facebook sono stati bombardati nelle ultime 24 ore da immagini esplicite e violente. Facebook conferma il problema aggiungendo che è una loro priorità proteggere gli utenti da spam e contenuti malevoli.

Immagini esplicite e violente hanno invaso il newsfeed di molti utenti Facebook nelle ultime 24 ore. I contenuti, che includevano immagini esplicite come Justin Bieber in situazioni compromettenti (fake) e persino la foto di un cane maltrattato, sono stati distribuiti nel Social Network senza, apparentemente, la conoscenza degli utenti. Non è attualmente chiara la modalità di diffusione del contenuto offensivo – se gli utenti sono caduti vittima del clickjacking, sono stati taggati a loro insaputa, hanno scelto impostazioni errate della privacy, sono stati indotti a installare codice maligno, o sono caduti vittima di un’altra vulnerabilità all’interno di Facebook stesso. Ciò che è chiaro, tuttavia, è che Facebook si è trasformato nelle ultime 24 ore in un Social Network diverso, diffente da quell’ambiente famigliare e privo di macchia …

Facebook ha confermato a ZDNet il problema dicendo “Facebook è a conoscenza di questi rapporti e stiamo studiando il problema”. Due ore più tardi hanno inviato una dichiarazione più dettagliata dicendo che è una loro priorità proteggere le persone che utilizzano Facebook da spam e contenuti malevoli e di essere sempre al lavoro per migliorare i loro sistemi e isolare, rimuovere il materiale che viola i termini di servizio.

Non hanno dato altre informazioni, promettono di rilasciare una dichiarazione più accurata quando ne sapranno di più.

Screenshot - Facebook porno scandalo

Gli utenti sono ovviamente indignati e qualcuno minaccia la chiusura del proprio account. Io personalmente non ho visto questo tipo di attività di Facebook nel mio profilo personale, e nemmeno i miei amici, ma il gigante del social networking ha confermato l’esistenza del problema quindi qualcosa è in atto. Forse l’attacco di Spam ha come obiettivo gli utenti inglesi o più semplicemente si tratta di un problema circoscritto, una vulnerabilità XSS nel browser ma Facebook non è riuscito ancora a individuare quale browser contiene il bug.

Maggiori spiegazioni arriveranno sicuramente nelle prossime ore.

I commenti sono chiusi.